Galleria Ramo

I muri bianchi di Galleria Ramo a Como, se osservati con l’occhio di chi sa stupirsi, restituiscono una geologia di piccoli segni che a loro volta sono testimonianze di storie ed esperienze, di opere e persone passate per quegli spazi, il racconto dell’aura di quel luogo di ricerca e passione.

Libreria di via Volta

La libreria di via Volta è una casa in un angolo verde al centro di Erba. Anna e Katia, le libraie, l’hanno resa negli anni un polo attrattivo della vita culturale della città e un luogo d’incontro, con diverse persone, professioni, tendenze e, naturalmente, coi libri di case editrici selezionate con cura e ricerca.

Abbandonati

I padiglioni del San Martino, l’area che ospitava l’ex istituto di salute mentale di Como, hanno vissuto più di due decenni di abbandono da parte delle istituzioni, un vuoto riempito nel tempo dalla collettività e da una costellazione di associazioni. La Ticosa, ex fabbrica tessile, di decenni di abbandono ne ha vissuti quattro invece, e il vuoto ancora dura.

Möly

Carlotta Mascheroni, in arte Möly, è una cantautrice cresciuta a Monza che sulle colline di Montevecchia ha girato i video per i singoli Una buona ragione e TTBN?. Alessandro Vanossi racconta a La Beula magazine le risonanze del suo processo creativo, che fanno canticchiare tragedia su ritornelli all’apparenza allegri.

Coulture Migrante

A Como c’è chi tesse una rete i cui nodi sono fatti di realtà associative che praticano l’arte rigenerativa dell’accoglienza e della solidarietà: Eskénosen e i suoi spazi ospitali, Luminanda coi suoi progetti artistici, sociali e inclusivi, e Cou(L)ture Migrante, il laboratorio di sartoria di recupero. La Beula racconta i fili che le legano.

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto